Osteopata sul lavoro

OSTEOPATIA

Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità, l’Osteopatia è una terapia che ha lo scopo di supportare la funzionalità fisiologica del corpo tramite l’utilizzo di una varietà di tecniche manuali non invasive.
L’Osteopatia è indicata per persone di tutte le età, dal neonato all’anziano, dallo sportivo alla donna in gravidanza e si rivela efficace nel risolvere diversi disturbi senza utilizzare farmaci. Disturbi che spesso affliggono l’individuo impedendogli di avere una vita serena.
L’Osteopata non utilizza quindi approcci farmacologici o strumentali; molto spesso collabora efficacemente con diversi altri professionisti della salute per la gestione del benessere del paziente, come il dentista, il fisioterapista o lo psicoterapeuta.
Inoltre l’approccio terapeutico osteopatico comprende anche il passaggio di informazioni e conoscenze al paziente per aiutarlo a prendere coscienza della propria condizione di salute.

Come si svolge la prima visita osteopatica?

SCREENING

anamnesi

valutazione

trattamento

COSA TRATTA L'OSTEOPATIA?

L’Osteopatia si occupa principalmente dei problemi strutturali e meccanici di tipo muscolo-scheletrico a cui possono però associarsi delle alterazioni funzionali degli organi e visceri e del sistema cranio sacrale.
Poiché in Osteopatia si ha una visione olistica del corpo umano, è valida anche l’idea contraria: un problema funzionale organico-viscerale può provocare dei dolori di tipo muscolo-scheletrico.
In Italia l’Osteopatia è una terapia sempre più richiesta dalla popolazione: circa 1 Italiano su 6 sceglie di rivolgersi all’Osteopatia.

BENEFICI DELL’OSTEOPATIA

Il trattamento osteopatico può avere effetti positivi su diverse tipologie di disturbi fisici, per esempio: 

  • emicrania e altri tipi di cefalee; 

  • disturbi dell’articolazione temporo-mandibolare; 

  • problemi all’orecchio, al naso e alla gola; 

  • malattie reumatiche; 

  • artriti e tendiniti; 

  • disturbi dell’apparato urinario;

  • problemi sessuali e ginecologici; 

  • problemi digestivi e polmonari. 

QUANDO RIVOLGERSI ALL’OSTEOPATA?

L’osteopata effettua principalmente interventi di aggiustamento osteopatico per problematiche di tipo muscolo-scheletrico, ma è capace di affrontare anche problemi intestinali e ginecologici, disturbi dell’apparato endocrino, nevralgie, cefalee e malattie croniche legate al dolore e alla stanchezza.
Ridurre l’osteopatia alla disciplina che cura il mal di schiena è estremamente sbagliato. 
Quando rivolgersi a un osteopata quindi? Secondo molti, soltanto quando arriva un problema alla colonna vertebrale. Spesso, infatti, il trattamento osteopatico viene associato a cervicalgie, lombalgie e altri disturbi a livello delle vertebre. Invece, le cure osteopatiche sono molto più vaste e comprendono anche il trattamento di neonati e donne in gravidanza. 
In genere, si pensa all’osteopata come a un professionista a cui rivolgersi in tarda età, ma ogni fase della vita ha bisogno di un senso di benessere generalizzato per l’individuo. Dai neonati ai bambini, dagli adolescenti agli adulti fino agli anziani, rivolgersi a un osteopata può sempre migliorare la salute della persona.

osteopatia prenota_edited.jpg

DEVI PRENOTARE UNA SEDUTA OSTEOPATICA?