ortopedia1.jpg

ORTOPEDIA

La visita ortopedica è il passaggio più importante per una diagnosi corretta e lo studio del piano terapeutico adeguato.
Durante la visita specialistica viene eseguita un’approfondita anamnesi, una valutazione clinica diagnostica ed un eventuale studio di referti o esami strumentali già eseguiti.
I maggiori campi d’interesse che fanno parte dell’ortopedia e delle patologie ortopediche più comunemente trattate sono: patologie del GINOCCHIO, della SPALLA, del PIEDE, della MANO, dell’ANCA e della COLONNA

E' possibile effettuare infiltrazioni articolari 

X-Ray Risultati

DEVI PRENOTARE UNA VISITA ORTOPEDICA?

COME SI SVOLGE E QUANDO È INDICATA LA VISITA ORTOPEDICA?

QUANDO ESEGUIRE UNA VISITA ORTOPEDICA?

Il consulto con lo specialista in ortopedia è consigliato sempre all’insorgenza di dolori muscolo scheletrici o articolari sia di natura traumatica che cronici.

L’ortopedico è infatti il medico specializzato a eseguire una diagnosi clinica del paziente dopo un’accurata visita basata sulla sintomatologia del paziente ed eventuali esami strumentali a supporto.

COME SI SVOLGE LA VISITA ORTOPEDICA ?

La visita con l’ortopedico prevede un colloquio iniziale con il medico che raccoglierà tutte le informazioni circa il tipo di dolore, quando si presenta, in che movimenti.
Successivamente, se necessario, effettuerà dei test clinici alle articolazioni per valutarne lo stato.
Al termine della visita ortopedica il paziente avrà inquadrato il problema con una diagnosi e il medico, qualora lo ritenesse opportuno, prescriverà delle terapie per andare ad alleviare i dolori (ad esempio TECAR, fisioterapia, osteopatia, infiltrazioni).

SERVE UNA LASTRA PRIMA DELLA VISITA CON L’ORTOPEDICO?

No. Se il paziente ha già della documentazione o dei referti di visite precedenti è consigliato portarli. Sarà il dottore, dopo una accurata visita a prescrivere eventuali indagini strumentali come ecografie, RX o risonanza in base alla patologia da indagare

PER CHE PATOLOGIE È INDICATA LA VISITA ORTOPEDICA?

  • Artrosi

  • Artrite reumatoide

  • Tendiniti di spalla (cuffia rotatori)

  • Epicondilite

  • Epitrocleite

  • Trauma distorsivo alla caviglia

  • Coxalgia (dolore alle anche)

  • Gonalgia (dolore al ginocchio)

  • Pubalgia

  • Tunnel carpale

  • Rizoartrosi (artrosi del pollice)

  • De quervain

  • Cervicalgia

  • Lombalgia

  • Dorsalgia

  • Ernie

  • Fascite plantare

  • Tallonite

  • Frozen shoulder (spalla congelata)

  • Capsulite

infiltrazioni-ginocchio.jpg

COME SI SVOLGE E QUANDO È INDICATA  L'INFILTRAZIONE ARTICOLARE?

QUANDO EFFETTUARE UN'INFILTRAZIONE ARTICOLARE?

E' consigliato consultare un medico ortopedico per infiltrazione articolare quando si riscontrano problemi articolari, difficoltà nei movimenti quotidiani, dolore agli arti inferiori oppure dolori cronici dovuti anche a fragilità articolari che colpiscono soprattutto pazienti anziani. Quando si hanno questi sintomi o comunque problemi all'apparato muscolo-scheletrico è consigliato eseguire una visita ortopedica perché spesso alcune patologie se analizzate precocemente possono essere risolte in modo molto più semplice e  rapido.

COME VIENE EFFETTUATA UN'INFILTRAZIONE ARTICOLARE?

Le Infiltrazioni articolari, consistono in un trattamento infiltrativo locale articolare e periarticolare ad alto peso molecolare, impiegato nella terapia antalgica dei processi infiammatori acuti (con dolore e limitazione funzionale) causati da patologie osteo-muscolari. La corretta esecuzione di una infiltrazione richiede una perfetta conoscenza dell´anatomia (osteo-articolare, peri-articolare e dei tessuti molli) associata ad una buona manualità e al corretto posizionamento del paziente. Una volta posizionato l´ago all´interno dell´articolazione, prima di iniettare il farmaco, occorre aspirare, se presente, il liquido articolare prodotto dell´infiammazione. L'articolazione deve essere mantenuta a riposo per almeno 24 ore.

PREPARAZIONE ALL'ESAME

Il paziente non deve seguire nessuna preparazione, è consigliato portare eventuale documentazione medica precedente come esami diagnostici (raggi x, risonanza magnetica ed ecografia articolare)

PER CHE PATOLOGIE È INDICATA L'INFILTRAZIONE ARTICOLARE?

  • Displasia anca

  • Dolore ginocchio

  • Piede piatto

  • Artrosi 

  • Rottura legamento crociato

  • Rottura menisco

  • Distorsione caviglia

  • Protesi anca

  • Protesi ginocchio

  • Rottura spalla

  • Coxartrosi

  • Dolore all'anca

  • Ginocchio valgo

  • Neuroma di Morton

  • Fascite plantare

  • Alluce valgo

  • Tunnel carpale

  • Lesione legamenti

  • Lesione ginocchio

  • Artriti

  • Tendiniti

  • Tenosinoviti

  • Borsiti

  • Fibrositi e fibromialgie